blog

Cosa fare se devi preparare un corso e non hai tempo di studiare

Senza utilizzare integratori per la memoria o vitamine

In questo articolo prenderemo in esame alcune strategie di memoria che ti permetteranno di prepararti per un corso od un aggiornamento anche se non hai tempo di studiare a causa di numerosi impegni di lavoro.
Ricordate sempre la frase “Noi siamo ciò che pensiamo”.
Per cui la fatica nello studio a volte dipende dalla nostra autostima.

Se le persone intorno a noi ci hanno sempre ripetuto che siamo stupidi o non adatti allo studio ecco che prontamente il nostro inconscio e noi ci convinciamo di tale idea e ci trasciniamo in questa falsa credenza per anni. Rendendoci lo studio assai antipatico e faticoso.

Quante volte vi siete chiesti:

“Perchè io non riesco a studiare facilmente come lui?”

La risposta potrebbe essere che le persone intorno a voi vi hanno sempre detto che eravate in qualche modo stupido o che non eri bravo a fare determinate azioni e più te lo ripetevano e più tu ti convincevi di questo fatto.

È bene che sappiate che il saper applicare delle strategie di memoria non conta nulla il Dna, ma conta tantissimo ciò che pensate di voi stessi.

Pronti quindi a cambiare l’idea che non potete superare un corso o preparare un esame in tempi brevi ed anche se siete super impegnati con il lavoro?

Come studiare velocemente

La memoria è la più importante delle funzioni congnitive: senza memoria non saremmo nemmeno capaci di pensare e saremmo privi di identità, dal momento che questa si basa appunto sulla nostra capacita di memorizzazione.

E.M.A.I.C.E

Useremo la divertente tecnica dell’E.M.A.I.C.E e non ho fatto altro che usare un ACRONIMO per aiutarti a ricordare facilmente una lista di parole o nomi.

Come è stato più volte detto per poter memorizzare e fissare per sempre nella tua memoria una lista di nomi di cose o persone devi ricordarti la regola dell’E.M.A.I.C.E

  • Esagerazione
  • Movimento
  • Associazione
  • Inusuale
  • Convolgimento
  • Emotivo

ESAGERAZIONE

La prima caratteristica che devono avere le immagini mentali per essere ricordate è quella di essere esagerate.

Tutti noi infatti prestiamo maggior attenzione a cose fuori dal comune in quanto il nostro pensiero si sviluppa sotto forma di categorie e quindi ogni elemento che per le sue peculiarità sfugge alla definizione generica cattura immediatamente la nostra attenzione soprattutto quando gli facciamo compiere una azione che la trasforma in questo mondo in un ricordo.

La trsformazione in un ricordo di questa immagine aumenta la nostra attività cerebrale consentendoci in questo modo di immagazzinare con più facilità i dati raccolti

Esempio: Immagina il tuo cane enorme

Ricordati che la mente non fa differenza tra una esagerazione vista o solo pensata, ma devi averla immaginata con la giusta intensità data dal:

MOVIMENTO

Infatti la nostra vista è attratta dalle immagini in movimento.

Noi notiamo più facilmente quello che si muove più velocemente rispetto all’ambiente circostante e la mente tende a selezionare solo i dati che reputa più utili, in base ad una serie di criteri legati all’istinto.

Esempio: Il tuo cane enorme che saltella per il prato o che compia una azione che ti sia facile immaginare alla quale colleghi quando pensi al tuo cane.

Nota come la qualità dell’immagine risulti ancora una volta modificata acquistando nella tua mente una maggiore intensità.

Però per rafforzare ulteriormente il tuo ricordo questo non basta e per questo occorre fare una:

ASSOCIAZIONE INUSUALE

L’associazione inusuale è una immagine che non ha logica ma che accomuna due o più elementi.

Per essere memorizzata occorre che l’associazione venga collegata

  • all’intero contesto
  • o stabilirsi per contintiguità a due oggetti separati

Esempio: Il tuo cane esageratamente grande che saltella in giardino con in testa un cappello da Babbo Natale oppure che indossa uno smoking

L’immagine deve essere emotivamente divertente peer te. Prima di passare alla fase successiva ovvero:

COINVOLGIMENTO EMOTIVO

Ultima ma vitale fase per memorizzare le immagini.

Però vale la pena segnalarti che anche se si trova all’ultimo posto nel nostro acronimo in realtà è la posizione di paratenza quando lavori con le visualizzazioni.

La nostra memoria infatti è indissolubilmente legata alle emozioni e solo per farti alcuni esempi ricordi perfettamente il tuo primo bacio, il primo giorno di lavoro, il compleanno dei tuoi figli ecc…

Ora invece prenderemo in esame un’altra tecnica che richiede un poco più impegno da parte tua e di molta pratica. Perchè sicuramente durante il tuo percorso di studio ti chiederai

“Come posso ordinare un elenco che presenta numerose informazioni?!”

COME CREARE ORDINE IN ELENCHI CHE PRESENTANO CENTINAIA DI INFORMAZIONI

Tutto questo sarà possibile grazie alla tua memoria spazio-temporale che aiuta in modo pratico a memorizzare:

  • capitoli di un libro voluminoso
  • argomenti di un esame
  • i punti di un discorso da tenere in pubblico

Qualche accenno sulla memoria temporale

La memoria temporale ci consente di ricordare con facilità ambienti e circostanze in cui avvengono determinati eventi.

Utilizzare in modo funzionale la tua memoria spazio-temporale

Questa strategia di memoria ti permette di utilizzare in modo pratico la tua memoria spazio temporale e la prima cosa che devi fare è creare un elenco di stanze fai un elenco di almeno 10 ambienti e collocali in modo che tu possa ricordare con estrema precisione la loro posizione.

Prima però di iniziare la tua lista ricorda che gli ambienti che utilizzerai devono essere di media grandezza e quindi NO a:

  • sgabuzzini
  • corridoi
  • balconi

 

Altra NOTA IMPORTANTE visto che saranno stanze necessarie a contenere le informazioni la loro forma non può essere diversa da quella di un QUADRILATERO

Ora compila la tua personale lista di ambienti e dovrai essere in grado di ripetere i vari elementi dal primo all’ultimo e viceversa.

I LUOGHI

Per ricordare un discorso, dovrai suddividerlo in dieci argomenti principali collocandone uno in ogni ambiente.

Per quanto riguarda i capitoli di un libro voluminoso hai potuto notare come grazie alla tecnica dell’E.M.A.I.C.E.puoi memorizzare facilmente una lista di 20 parole  trasformandole in immagini e concatenando le immagini tra di loro come fosse un film.

Ora immagina che mentre leggi il tuo libro ad un certo punto percepisca che sia stato espresso un concetto. Prima di proseguire nella lettura, quello che farai sarà sintetizzare ciò che hai letto in una parola chiave o in un astag la quale trasformerai subito in una immagine e farai la stessa cosa per ogni concetto che trovi durante la lettura.

Quando avrai trovato le tue 20 parole chiave o astag che per te saranno diventate immagini comincia ad associarle in ordine per luogo partendo dalla prima parete della prima stanza

Poi prosegui nella lettura estrapola altri 20 concetti e trasformali in parole chiave o astag e collocali nella seconda parete della medesima stanza seguendo sempre il senso orario

Ogni stanza ha 4 pareti più una quinta obliqua

Ogni parete può contenere fino a venti parole chiave che moltiplicato per le pareti della stanza che sono 5 fanno circa mille parole o immagini chiave o astag

Quindi la formula per studiare 50 pagine al giorno è:
20 astang x 5 pareti = 1000 parole chiave per memorizzare il libro

PRATICA

Queste sono due strategie di memoria potentissime per riuscire a studiare per un esame o corso anche quando si ha poco tempo ma richiedono PRATICA.

Abbi una fede incrollabile nella capacità plastica delle tua mente e sappi che il tuo cervello ti è assolutamente devoto, se gli chiedi di più esso ti darà di pià e se gli chiedi di meno o ti lascierai convincere da quello che pensano gli altri allora anche lui si accontenterà.

Con un pizzico di impegno iniziale otterrai grandi risultati con la pratica e la costanza diventerà tutto molto naturale e veramente tuo.

Non avrai bisogno di farmaci per lo studio o la memoria né di integratori per la stanchezza mentale né sarai soggetto a stati di ansia e stress.

Vuoi conoscere un nuovo metodo di studio basato sulle Strategie di Memoria che hai letto in questo articolo? Lascia la tua mail nel box qui a lato

Vuoi conoscere un nuovo metodo di studio basato sulle Strategie di Memoria che hai letto in questo articolo? Lascia la tua mail nel box accanto e come regalo di benvenuto ti invio una copia del mio ebook “Più Memoria”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo usando i pulsanti qui sotto!
Lasciami un commento.

Lascia un commento