Gianni Golfera, perché studiare meno aiuta a ricordare di più

Come ho preso la laurea a 48 anni usando il metodo Golfera

memoria gianni golfera

memoria gianni golfera

Mi chiamo Lorenzo Greco e sei mesi fa ho preso una laurea in medicina pur lavorando e all’età di quarantotto anni, senza il metodo di Gianni Golfera non ci sarei riuscito, così ho deciso di scrivere questo articolo per raccontarvi brevemente la mia esperienza

Qualche anno fa decisi di riprendere gli studi universitari ma mi resi subito conto che avevo perso tutti gli esami perché come saprete, oltre ad un certo periodo perdi tutto.

Anni fa avevo abbandonato la facoltà di matematica a seguito di un esaurimento, poi ebbi la fortuna di trovare un buon lavoro in una compagnia assicurativa, mi sposai e gli anni passarono. Ora che sono ritornato a studiare mi sono reso conto che mi distraevo facilmente non essendo più abituato a mantenere alta l’attenzione, inoltre non sapevo proprio come trovare il tempo per studiare a causa del lavoro, due bambini e anche un labrador che mi impegnano notevolmente.

Gianni Golfera, intervista il cervello

Così dopo qualche mese stavo per abbandonare di nuovo, quando ebbi la fortuna di conoscere Gianni Golfera, attraverso la lettura del libro “intervista al cervello” del professor Ubaldo Bonuccelli dell’università di Pisa. Il professor Bonuccelli dedica un capitolo a Gianni Golfera e così decisi di contattarlo per capire se aveva qualche idea da propormi per il complesso studio della matematica. Gianni Golfera si rivelò disponibile e mi regalò alcuni video attraverso i quali mi resi conto che per studiare la matematica non bastava la sua comprensione ma era assolutamente necessario memorizzare formule, definizioni e concetti teorici. Era proprio questo quello che cercavo, perché la matematica la capivo ma non sapevo come memorizzare alcuni concetti particolarmente teorici oppure termini come assioma postulato ecc.

La parola assioma secondo Gianni Golfera può essere memorizzata in un istante pensando ad un asse di legno, ma si badi bene a visualizzare un asse di legno che abbiamo già visto da qualche parte, in modo da essere coinvolti emotivamente durante il processo di memorizzazione. Gianni Golfera spiega per esempio che visualizzando l’asse di legno sulla quale si dondolava in altalena da bambino, oggi riesce a ricordare il termine assioma. Forse sarebbe più corretto usare il termine imparare, poiché il processo di memorizzazione è la causa dell’apprendimento mnemonico mentre il fatto di ricordare è l’ovvia conseguenza.

A questo punto il concetto che Gianni Golfera ha imparato (e insegnato come imparare) viene ricordato con disarmante semplicità poiché attraverso il coinvolgimento emotivo abbiamo attivato una maggiore area cerebrale durante il processo di memorizzazione. A questo punto, vedendo i primi risultati ho frequentato il corso di Gianni Golfera, il quale mi ha chiesto di portare il mio libro di matematica e per i due giorni di corso mi ha accompagnato, passo dopo passo fino a farmi memorizzare formule lunghe e complesse in una sola lettura. Ora lo consiglio ai miei figli, e anche se non sarà semplice convincerli a togliere un fine settimana alla partita di calcio con i loro amici sono sicuro che la loro memoria determina il futuro e che il corso di Gianni Golfera sia utile affinche la loro vita vada dove preferiscono e che possano applicarlo come vogliono.

Se volete maggiori informazioni e ricevere utilissime risorse tutto quello che dovete fare è visitare il sito

Comments are closed.